Area Stampa

giugno 2014

World Heritage List – UNESCO

The Vineyard Landscape of Piedmont: Langhe-Roero and Monferrato (Il Paesaggio Vitivinicolo del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato)

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato coprono cinque diverse aree di colture vinicole, con paesaggi straordinari, incluso il Castello di Cavour (Grinzane Cavour, ndt.), nome emblematico per sviluppo vitivinicolo della regione e per la storia italiana. La zona si trova nel Piemonte meridionale, tra il Po e gli Appennini Liguri ed è la culla di tutti i processi tecnici ed economici relativi alla coltivazione della vite ed alla vinificazione che caratterizzano la regione da secoli. L’origine della vite nell’area risale al quinto secolo a.C., quando il Piemonte era un luogo di contatti e scambi commerciali tra gli Etruschi ed i Celti; molti termini etruschi e celtici, in particolare quelli relativi al mondo del vino, sono ancora oggi presenti nel dialetto locale. Ai tempi dell’Impero Romano, Plinio il Vecchio menziona il Piemonte come una tra le regioni più adatte alla coltivazione della vite nell’Italia antica; Strabone menziona le sue botti. (Traduzione nostra)

(http://whc.unesco.org/en/list/1390/)

 

Il nuovo sito Unesco comprende, nella Docg Barolo, i comuni di Barolo, Castiglione Falletto, Grinzane Cavour, La Morra, Monforte d’Alba, Novello, Serralunga d’Alba; nella Docg Barbaresco, i comuni di Barbaresco e Neive. Una piccola area altamente vocata alla viticoltura, i cui vigneti sono stati per la prima volta in Italia anche riconosciuti con le Menzioni Geografiche Aggiuntive (cru).

Di seguito alcuni dati forniti dal Consorzio di tutela Barolo e Barbaresco.

LE LANGHE VITIVINICOLE

  • - 2 mila aziende vitivinicole
  • - 10 mila ettari di vigneti
  • - principali vitigni autoctoni coltivati: Dolcetto, Barbera, Nebbiolo, Arneis
  • - 66 milioni di bottiglie
  • - 60% del vino prodotto nelle Langhe viene venduto all’estero

 I NUMERI DEL BAROLO

  • - 11 comuni dove si produce
  • - 700 aziende vitivinicole
  • - 2 mila ettari di vigneti
  • - 13 milioni di bottiglie
  • - 80% di Barolo venduto all’estero

 I NUMERI DEL BARBARESCO

  • - 4 comuni dove si produce
  • - 350 aziende vitivinicole
  • - 700 ettari di vigneti
  • - 4 milioni e 300 mila bottiglie
  • - 70% di Barbaresco venduto all’estero

 (http://www.gazzettadalba.it/2014/06/ufficiale-langhe-roero-e-monferrato-sono-patrimonio-dell-umanita-unesco/)